Il Portogallo è una delle destinazioni preferite dai pensionati italiani ed europei che decidono di trasferirsi all’estero, e lo è per molte buone ragioni: ottimo clima, bellissime linee costiere dove si susseguono città ricche di storia, costo della vita inferiore a quello italiano ed importanti benefici fiscali sulle pensioni private.

Si può dire che il Portogallo sia stato davvero lungimirante nel trovare delle modalità con cui attrarre “ricchezza” dall’estero, rendendo interessante ed utile il trasferimento di pensionati ed investitori. La zona dove si concentrano la maggior parte degli espatriati è la regione Algarve, situata nel sud del Portogallo, ma non è l’unica. Con il tempo infatti, altre località hanno acquisito maggior attrattiva, probabilmente anche grazie alla possibilità di trovare abitazioni in affitto ad un costo inferiore, o forse anche per “sfuggire” all’importante afflusso di turisti durante l’alta stagione: stiamo parlando dell’Alentejo, la cosiddetta “Silver Coast“, del nord del Portogallo in genere e delle coste a sud di Lisbona, la “Costa de Caparica” per esempio.

Bisogna però dire che per trasferirsi con successo è saggio informarsi seriamente e progettare con cura il proprio piano, considerando tutti gli aspetti che coinvolgono un cambio di vita così importante, gli aspetti finanziari infatti sono importanti, nella maggior parte dei casi determinanti,  ma non sono mai gli unici fattori che portano alla decisione definitiva di trasferirsi.

 

Trasferire la pensione italiana in Portogallo

Se sei un pensionato italiano e vuoi trasferire la tua residenza in Portogallo, potrai ricevere la tua pensione nel tuo futuro conto corrente portoghese senza che questa subisca alcuna “doppia tassazione”, è vero però che i benefici fiscali descritti nel d.L. 249/2009 portoghese (attenzione: attualmente in scadenza al 31 Dicembre 2019) sono “riservati” solo a chi riceve una pensione privata (Inps, Enasarco, etc.).

Come Residente Non Abituale (“Residente Nao Habitual”, da qui la sigla RNH) – dovrai dimostrare di trascorrere almeno 183 giorni in territorio portoghese (calcolati nell’arco dell’anno solare, tra gennaio e dicembre di ogni anno), anche non continuativi, ed avere un regolare contratto di affitto di lungo periodo (almeno un anno) registrato presso il nuovo comune di residenza portoghese, e relative utenze intestate.

Se hai una pensione “complessa“, magari composta da più pensioni erogate da diversi enti, o in generale una situazione finanziaria particolare – ti consigliamo di rivolgerti ad un esperto commercialista per valutare in modo approfondito la gestione della tua situazione economica prima del trasferimento vero e proprio. L’informazione, prima di prendere decisioni di questo tipo, è decisiva: ogni situazione necessita di essere valutata nel suo complesso, considerando ogni fattore, sin dall’inizio del tuo progetto di trasferimento.

Domanda comune: dopo quanto tempo riceverò la pensione lorda nel mio conto corrente portoghese? Risposta: come minimo dopo 183 giorni di residenza in loco. Attenzione: se ti trasferirai nella seconda parte dell’anno (da Giugno in poi) non potrai più richiedere 10 anni di defiscalizzazione, ma soltanto 9. Il motivo è matematico: non riusciresti ad accumulare 6 mesi di residenza nell’arco dell’anno solare. L’anno 2019 sarà decisivo per capire se effettivamente la Legge in corso verrà rinnovata o subirà delle modifiche o, nel peggiore dei casi, verrà abolita.

 

 

Vivere in Portogallo

Vivere in Portogallo

 

Sanità portoghese

Il Servizio Nazionale di Salute (SNS) portoghese è generalmente eccellente: è semplice trovare medici che parlano in inglese ed anche qualcuno che parla in italiano. La “World Healt Organisation” posiziona il Portogallo al 12° posto per qualità ed efficienza del suo sistema sanitario.

Quando ti recherai dal medico, riceverai lo stesso trattamento positivo riservato ai cittadini portoghesi. Il sistema sanitario dal punto di vista economico funziona con una modalità simile a quello italiano: alcuni farmaci e visite sono soggette a ticket, altre sono gratuite. In generale i costi sono più bassi rispetto a ciò cui sei abituato. Gli ospedali sono composti da diverse unità, moderne ed efficienti, ognuna delle quali equipaggiata a livello europeo. Un’ulteriore rassicurazione è data dalla “velocità di risposta” telefonica calcolato sulle chiamate di emergenza: con una media di risposta in 7 secondi, il Portogallo vanta uno dei sistemi più rapidi di tutta Europa.

Se non sei ancora iscritto AIRE e non hai ancora effettuato la richiesta della nuova tessera sanitaria portoghese mediante modello S1, puoi utilizzare la tua tessera italiana che nella maggior parte dei casi è già abilitata all’utilizzo in ambito europeo (tessera T.E.A.M.): questo significa che ovunque tu ti trovi in Europa hai sempre diritto alle cure d’urgenza. Controlla che la tua tessera sia aggiornata prima di partire, e nel caso non lo fosse, richiedi alla tua ASL di competenza l’aggiornamento europeo della stessa.

Una volta ottenuta la residenza in Portogallo, in ogni caso, perderai il diritto al medico di base in Italia e lo acquisterai in Portogallo: dovrai registrarti presso il “Centro de Saùde” relativo al tuo nuovo comune di residenza ed otterrai così la nuova tessera sanitaria portoghese. Dovrai portare con te le “prove” della tua residenza.

 

Stabilirsi in Portogallo

Non è difficile conoscere nuove persone in Portogallo, altri italiani trasferiti oppure cittadini portoghesi: determinante è mettersi in gioco frequentando teatri, club sportivi, locali e punti di ritrovo sociali. Se ti piace il golf per esempio, potrai essere sicuro di conoscere velocemente il gruppo di espatriati  che organizzano regolarmente incontri di gioco, cui fanno seguito numerose cene in compagnia, in Algarve.

Incontrerai diversi gruppi molto attivi, che organizzano la maggior parte delle loro giornate all’aperto, grazie soprattutto all’ottimo clima temperato che rende semplice questo tipo di scelta: sport, pranzi, spiagge, mare, buon cibo e buon vino. Tutto questo non può che giovare anche alla tua salute!

I portoghesi in genere sono persone molto amichevoli ed accoglienti: fortunatamente per gli italiani non è difficile imparare la lingua, anche se non immediato: noi ti consigliamo di studiare il portoghese di base, qualche frase e parola chiave è importante per poter comunicare inizialmente.

Se possiedi un cane (o un gatto) o più animali che vuoi portare con te in Portogallo, dovrai registrarli presso il Comune locale ed essere in regola con vaccinazioni e microchip. Recati dal tuo veterinario di fiducia prima di partire per tutti i controlli del caso. Tieni presente che non tutte le compagnie aeree trasportano anche animali, dovrai informarti correttamente sulle specifiche regole di viaggio previste dalla compagnia con cui volerai, ed eventualmente decidere di effettuare il viaggio in automobile.

 

 

Spiaggia portoghese

Spiaggia portoghese

 

Costo della vita in Portogallo

Uno degli aspetti più attraenti della vita in Portogallo, è la sua accessibilità. Che si tratti di bere una birra, pranzare o cenare in un locale, viaggiare in treno o in autobus, ti accorgerai presto che in generale, il costo della vita è inferiore di circa il 30% rispetto quello cui sei abituato, soprattutto se confrontato con il nord Italia. Naturalmente, spenderai molto meno se non acquisterai merce importata, e se sceglierai di mangiare cibo fresco locale, magari facendo la spesa al mercato del paese. Noterai la differenza di spesa soprattutto fuori dalle grandi città – Lisbona è inevitabilmente più cara, che si tratti di mangiare fuori o qualsiasi altra cosa, così come la grande città di Porto, situata nel nord del Portogallo.

Comprare un’auto o il costo della benzina invece sono due cose proporzionalmente meno economiche, in contrasto rispetto ad altre spese legate alla vita quotidiana, in Portogallo. Di contro però i trasporti pubblici sono molto economici ed efficienti.

Se sceglierai di vivere in un’abitazione di tipo “residenziale“, ricordati che dovrai tener conto anche delle spese di gestione dei servizi. Più sono numerosi i servizi e le aree comuni (parchi, piscine, giardini) da mantenere, più saranno alte le relative spese. Se invece acquisterai una casa, dovrai pagare una tassa annuale denominata “IMI”(Tassa sulla proprietà), calcolata sulla base imponibile del valore dell’immobile (circa il 70% del prezzo di vendita) e sulla sua posizione geografica (casa urbana o extraurbana). Tale imposta può variare dallo 0,3 al 0,8% .

 

Testamento ed eredità

Per varie ragioni, non tutti si preoccupano di scrivere il proprio testamento, ma se deciderai di acquistare un immobile in un paese diverso dal tuo, o di trasferirti definitivamente, è davvero importante considerare anche questo aspetto: depositare un testamento e tenerlo aggiornato. Potrebbe salvare molti “mal di testa” e molte spese inutili ai tuoi futuri eredi. Per la legge portoghese, se non hai un testamento ma sei residente in Portogallo, tutti i tuoi beni in caso di morte saranno distribuiti agli “eredi forzati”. Tuttavia è possibile riconciliare l’autorità portoghese a quella di riferimento del tuo paese di origine: ma la traduzione e legalizzazione delle pratiche è un procedimento lungo, complesso e costoso.

La buona notizia – se così si può dire quando si parla di questo argomenti – è che la Tassa di Successione in Portogallo si applica soltanto alle risorse portoghesi, ed è solamente del 10%, ma bisogna anche dire che  il tuo patrimonio sarà completamente esente da tassazione nel caso in cui ereditato dai figli o dalla moglie (o dal marito).

 

Tessera del pensionato e Golden Visa

C’è un modo molto veloce per ottenere la residenza ed in poco tempo anche la cittadinanza portoghese: acquistare una casa del valore superiore ai 500.000 euro. Spesso quest’alternativa viene presa in considerazione soprattutto da cittadini non europei, che troverebbero altrimenti inevitabili difficoltà nelle pratiche per il trasferimento, ma vale anche per i cittadini UE.

Se invece hai più di 65 anni, una volta ottenuta la residenza portoghese potrai richiedere la “Tessera del Pensionato” (detta “Cãrtao Senior“), con la quale potrai godere di numerosi sconti sui trasporti e moltissime altre forme di intrattenimento (cinema, teatro, ets.).

Queste informazioni ti hanno incuriosito e vorresti saperne di più? Hai bisogno di un supporto concreto per organizzare il tuo trasferimento in Portogallo, o sei già in dirittura di partenza e vuoi essere sicuro che tutto andrà a buon fine, sia in termini pratici che legali? O semplicemente hai bisogno di una persona che ti aiuti a trovare casa in affitto? Contattaci ed avrai tutte le informazioni che ti servono, o una proposta di viaggio organizzato su misura per te!