Giacomo e Daniela arrivarono dalla provincia di Bergamo con il loro centauro enduro presso i nostri uffici a Cittadella prima dell’estate di quest’anno, entrambi già molto convinti e decisi a trasferirsi in Portogallo anche se… non sapevano esattamente quale fosse la località giusta per la loro nuova vita! Tra le immagini che abbiamo fatto vedere c’era la foto di un piccolo paese situato a nord di Porto: Apùlia. Quella foto, la spiaggia con i mulini a vento, li colpì moltissimo, così come il racconto del tipo di vita che avrebbero potuto fare trasferendosi proprio in questa bella cittadina: vicino al mare, costi degli affitti decisamente più “abbordabili” rispetto alla famosa regione “Algarve”, servizi ed organizzazione “a misura d’uomo”. 

Fu così che partirono per un “viaggio esplorativo“, a dire il vero molto breve: pochi giorni per decidere senza ombra di dubbio di trasferirsi definitivamente, trovare la casa in affitto, iniziare le prime pratiche grazie al supporto del nostro collaboratore sul posto. Pochi giorni fa li abbiamo incontrati nuovamente nel nostro ufficio: ci hanno espresso il loro contagioso entusiasmo e la loro voglia di (ri)partire. I primi giorni di Ottobre 2019 saranno in marcia (in auto!) verso la loro nuova casa e certamente verso una nuova vita! Questa è la loro intervista per voi:

Buongiorno Giacomo e Daniela, bentornati!  Innanzitutto, ci piacerebbe sapere qualcosa di voi: qual è la vostra città originaria, quanti anni avete?

Siamo una coppia di 57 anni io (Giacomo) e 51 anni mia moglie Daniela, siamo originari della provincia di Bergamo. Più precisamente io sono nato e cresciuto nella bassa bergamasca e mia moglie è nata e cresciuta nelle valli bergamasche nello specifico in “Alta Valle Seriana” ai piedi delle Alpi Orobie.

Quando e com’è nata l’idea di trasferirvi in Portogallo, quali sono state le ragioni principali che vi hanno portato a valutare questa possibilità?

Io, Giacomo, è ormai da qualche anno che progetto per il mio futuro da pensionato di vivere in tranquillità e al mare: le prospettive e i vantaggi (detassazione della pensione) che offrono alcuni paesi stranieri per i pensionati ci hanno portato sempre più nella direzione di scegliere uno di questi paesi. Nelle varie opzioni ci è sembrato che il Portogallo rispecchiasse quanto più le nostre aspirazioni.

Quali fattori vi hanno portato a decidere di valutare il Nord del paese e non altre zone più “famose”?

Come dicevo sopra cercando la tranquillità abbiamo scartato le zone che potevano essere più frequentate anche a livello di turismo soprattutto nei periodi estivi.

Giacomo, che lavoro facevi prima di andare in pensione? Da quanto tempo sei in pensione?

Ho lavorato per 42 anni, gli ultimi 32 in una fonderia d’alluminio nella mia zona. Sono in pensione esattamente da dicembre 2018.

Daniela, non sei ancora in pensione ma anche per te inizia un’avventura completamente nuova assieme a tuo marito Giacomo. Che sensazioni hai provato nel lasciare il tuo lavoro, come hai rielaborato l’idea di un “biglietto di sola andata”?

Ovviamente l’idea di lasciare il lavoro per trasferirmi in una zona come quella che abbiamo scelto non mi ha pesato per niente, anzi. Poi purtroppo devo ammettere che le condizioni di lavoro e soprattutto lo stipendio che percepivo erano ormai diventate più una frustrazione che una gratificazione soprattutto vista la mia età. Sicuramente lasciare le famiglie e il nostro paese ci provoca malinconia, ma credo che sia una sensazione solo iniziale perché credo che torneremo spesso a fare visita alle nostre famiglie vista l’opportunità di viaggiare dei giorni nostri e la vicinanza degli aeroporti, sia quello di Oporto in Portogallo (30 km da casa nostra) , sia quello di Bergamo Orio al Serio da casa delle nostre famiglie (25 Km). La durata del volo di solo 2 ore e mezza.

 

Daniela in Portogallo

Daniela in Portogallo

 

Come si è svolto il vostro viaggio esplorativo pre-trasferimento?

Il viaggio esplorativo ci è servito sicuramente per rafforzare la nostra convinzione circa la scelta importante che avremmo dovuto affrontare. Ci ha permesso di toccare con mano una realtà fin ora immaginata. Sono stati tre giorni impegnativi perché insieme e grazie al supporto del collaboratore REFRAMED abbiamo preso casa e iniziato le pratiche burocratiche necessarie per avviare il processo di trasferimento di residenza definitiva.

Ci descrivete la vostra nuova casa in Portogallo? Possiamo chiedervi quanto pagate al mese di affitto?

Il collaboratore dell’agenzia REFRAMED ci ha presentato tre proposte molto diverse fra loro ma che rispecchiavano nell’insieme le nostre richieste. Ad esempio la prima proposta era un’appartamento direttamente sul mare, ammobiliato con due camere da letto: però l’abbiamo subito scartata perché, cercando la tranquillità, era una posizione che dava direttamente sulla spiaggia, con bar e stabilimenti balneari e quindi era anche il punto di ritrovo più movimentato della zona specialmente nel periodo estivo.

La seconda proposta era un’ abitazione ammobiliata, più spostata verso ’interno con tre camere da letto e box, opzione che abbiamo scartato perché l’abitazione era troppo grande, essendo noi per la maggior parte dell’anno da soli. La terza proposta esprimeva tutte le nostre richieste: appartamento “T2” (nota: significa “2 stanze letto”) parzialmente arredato (cucina e armadi nelle due camere) completamente ristrutturato a nuovo, posizionato a 50 metri dalla spiaggia, quindi quanto basta per non stare nel caos delle sere estive.

Due camere da letto, cucina abitabile, grande soggiorno, ingresso, bagno, tre ripostigli, piccola “cantinetta”, ottima possibilità di parcheggio macchina e ultimo, ma da considerarsi al primo posto una terrazza sopra l’edificio, ad uso privato, di circa 30 metri quadrati con vista oceano e barbecue.  Ognuna delle tre proposte aveva lo stesso prezzo di € 450 mensili, spese condominiali incluse. L’unico carenza, se così si può chiamare, è il fatto che nelle abitazioni non arriva ancora il gas metano. Deficit che comunque a breve verrà risolto perché stanno provvedendo agli allacciamenti alla rete in tutte le case.

 

Pensione in Portogallo

Pensione in Portogallo

 

Quanto tempo ci avete messo per prendere la decisione definitiva del trasferimento, prima durante o dopo il viaggio esplorativo?

La convinzione di trasferirci all’estero già da più di un anno balenava nei nostri pensieri. Si è rafforzata nel viaggio esplorativo e sta diventando progetto di vita adesso.

Tra le tante possibilità, avete scelto di vivere proprio ad Apùlia, piccola cittadina di mare sulla costa oceanica. Perché un piccolo paese e non una grande città?

Non vogliamo essere ripetitivi ma, dopo una vita di stress e confusione vissuta nelle grandi città del nord Italia, abbiamo optato per la tranquillità di una piccola cittadina sul mare.

Quali sono (se ci sono) le vostre paure rispetto al trasferimento definitivo?

Paura non crediamo, sicuramente altri stati d’animo come nostalgia e malinconia nei primi periodi per la lontananza dagli affetti più cari. Ma specifichiamo temporanea, perché nei periodi estivi saremo sicuramente circondati da parenti e amici. Difficoltà per la lingua, ma credo che sia una condizione facilmente superabile una volta integrati.


Quali sono invece le cose che vi entusiasmano di più?

Amanti del mare mettiamo al primo posto l’oceano e le sue immense spiagge adatte a lunghe passaggiate con il nostro fidato compagno di viaggio Gaetano, il nostro cagnolino. La possibilità di ampliare le nostre conoscenze verso nuove realtà e nuovi modi di vivere.

Tornerete spesso in Italia?

Lasciando in Italia una parte importante della nostra vita, le nostre famiglie, sicuramente torneremo per loro, non credo spesso, ma ogni volta ne sentiremo la necessità.

I vostri amici hanno già prenotato una settimana di vacanza per venirvi a trovare in Portogallo?

Sorridendo fra di noi nel leggere la domanda, la risposta non può che essere spiritosa nel senso che abbiamo già aperto una lista per prenotazioni da quanti sono.

Apriamo una parentesi per ringraziare di cuore per la disponibilità e l’efficienza sul posto dei collaboratori REFRAMED, indispensabili per affrontare i primi passi in un ambiente completamente nuovo e con una lingua diversa.Gli stessi ringraziamenti per la competenza, la disponibilità e gentilezza a tutto il team dell’agenzia REFRAMED di Cittadella (PD).

E per concludere vi aspettiamo tutti per un aperitivo italo/portoghese sulla nostra terrazza !!!!!

Giacomo e Daniela

 

Cari Giacomo e Daniela, non possiamo che ringraziarvi a nostra volta per averci concesso quest’intervista e per l’entusiasmo che ci avete trasmesso. Naturalmente… a prestissimo, in Portogallo!

Il team di REFRAMED.

 

Tramonto ad Apulia

Tramonto ad Apulia