Sei un pensionato e stai pensando di trasferirti all’estero, hai già scelto il Portogallo per i noti vantaggi fiscali sulla pensione ed il minor costo della vita ma… Come scegliere la città o la zona giusta per te/voi? La prima cosa da fare è fare un elenco delle tue priorità… cosa è assolutamente indispensabile e che cosa lo è meno. Il secondo step consiste nel raccogliere tutte le informazioni possibili che riguardano le specifiche località che ti interessano di un determinato paese.

Ecco qualche indicazione che può esserti utile:

Le località più richieste dai pensionati che si vogliono trasferire sono: la regione Algarve per il suo clima temperato e le rosse spiagge costellate da strane formazioni rocciose, oppure Lisbona, capitale europea che offre innumerevoli stimoli culturali e non solo.

Ma una domanda sorge spontanea: perché considerare di trasferirsi a Porto, visto che il clima invernale non è così mite come a sud? Le motivazioni possono essere molte, la prima fra tutte è sicuramente il minor costo degli affitti ed in generale della vita.

La “capital do norte” (capitale del nord) non ha nulla da invidiare a nessun’altra città del Portogallo: famosa per il suo vino “Porto”, l’architettura medievale e la ricchissima cucina tipica (a Porto si trovano i migliori ristoranti tradizionali di tutto il Portogallo), quest’affascinante città vanta anche un antico quartiere storico (Ribeira) designato dall’Unesco come “Capitale dell’Umanità”. I trasporti sono puntuali: metro, autobus, taxi ed addiritutta la funivia che collega i due livelli della città (eh si, Porto è famoso anche per i suoi “sali-scendi”) sono a disposizione di cittadini e turisti a prezzi davvero bassi. Anche qui si trovano i colorati e storici “tram”, come a Lisbona, ma sono usati più che altro a scopo turistico.

Mattonelle Porto azulejros

Mattonelle Porto azulejros

Cultura, fascino artistico ed architettonico, minor costo degli affitti e della vita, Chiese, Cattedrali e Musei e poi?

I veri punti di forza di questa città sono due: la vita sociale e le immense e bellissime spiagge bianche facilissime da raggiungere dalla città, poco affollate anche durante il periodo estivo.

E’ difficile infatti non accorgersi della vivace vita notturna che soddisfa le esigenze di ogni età: feste tradizionali, locali sempre aperti nel lungomare, club dove ascoltare musica dal vivo, bar costruiti dentro alle barche di legno che galleggiano sul fiume Douro, possibilità e facilità di conoscere nuove persone grazie all’accoglienza di portoghesi e dei numerosi espatriati provenienti da tutte Europa.

Non dimentichiamoci che il distretto di Porto comprende una vasta provincia: Vila do Conde, città di mare (ben 6 Km ininterrotti di costa sabbiosa) , surf e artigianato oppure Povoa de Varzim anch’essa situata nella “Costa Verde”, interessante per l’eccellente proposte enogastronomica e per il lussuoso Casinò. Qui il costo degli affitti è decisamente più basso rispetto al centro di Porto.

Ed infine non rimane che il lato estetico della città: chi è stato o a vissuto a Porto, sconsiglia (ironizzando) di visitarlo se si ha intenzione di… tornare a casa!